Articolo -1 Costituzione

Art. 1 Cost. «L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione».

Repubblica democratica, quale forma di governo nella quale ogni carica pubblica è ricondotta direttamente o indirettamente al consenso popolare. Quello stesso popolo titolare della sovranità e composto da un insieme di soggetti cui l’ordinamento giuridico attribuisce lo status di cittadino.

Riguardo quindi al primo capoverso, significa, o dovrebbe significare, che la centralità del principio del lavoro è alla base della Repubblica Italiana come valore assoluto per la vita collettiva, dove lo Stato ha, o dovrebbe avere, il compito affinché ci siano per tutti i cittadini eguali possibilità di accedervi, cercando perciò di incoraggiare e difendere il rispetto al lavoro.

Riguardo invece al secondo capoverso, i padri costituenti hanno voluto intendere che tali forme e limiti stanno a significare che i cittadini, con le elezioni, non eleggono i governi, bensì i membri del Parlamento, i quali membri andranno a rappresentare l’intera Nazione. Dopodiché, sarà il Presidente della Repubblica a nominare il Presidente del Consiglio dei ministri e, su indicazione di quest’ultimo, gli altri ministri.