ANNO 2019

SOCIOLOGIA CONTEMPORANEA – RIVISTA DI SOCIOLOGIA (ISSN 2421-5872)

ARCHIVIO PUBBLICAZIONI ANNO 2019

° ° ° ° °

Donne perdute, di Mirella D’Orsi (sociologa), un testo che parla di donne coraggiose e di Alzheimer. Edito dalla Turisa Editrice, è stato presentato (2a Presentazione ) il 22 marzo presso il laboratorio SudCosciente LNS – ASI. Presso la sede Fondazione “Francesco De Martino” V Municipalità Napoli. Contributo presente anche in Sociologia On-Web (Registrazione n. 2/2013 Tribunale (RC) – ISSN 2532-9987), che ne autorizza su questa rivista, Sociologia Contemporanea, la pubblicazione in replica, con identificativo di numerazione in sequenza: 11A19 del 10/04/2019 – Continua a leggere

° ° ° ° °

La decisione della Corte Costituzionale qui in esame riguarda la legittimità dello spoils system per i segretari comunali, ovvero la disposizione normativa che prevede la loro nomina da parte dei sindaci. Tuttavia, il mio obiettivo divulgativo attraverso il presente contributo rispetto a tale decisione è un po’ diverso, vale a dire è quello di mettere a disposizione del pubblico non giurista, perciò del cittadino ed elettore comune, tutta una serie di nozioni con riferimento a compiti e funzioni in capo ai segretari comunali, che la Consulta ha puntualmente ribadito. Contributo di Marco Lilli, in, Sociologia Contemporanea. Identificativo di numerazione 10A19 del 04.04.2019 – Continua a leggere

° ° ° ° °

Il 22 marzo 2019 il Comitato Nazionale di Bioetica ha pubblicato il parere su “Salute mentale e assistenza psichiatrica in carcere”. A partire da una serie di considerazioni generali, il Comitato Nazionale di Bioetica ha formulato una serie di raccomandazioni. La salute mentale in carcere rappresenta un’area particolarmente critica nell’ambito della tutela della salute generale delle persone condannate al carcere. Ciò, nonostante la protezione della salute sia un diritto umano e costituzionale, perciò egualmente valido “fuori” e “dentro” le mura, in condizioni di parità di trattamento fra liberi e detenuti. Questa rivista, Sociologia Contemporanea, col presente numero, ha ritenuto pubblicare tale documento a fini divulgativi. Identificativo di numerazione in sequenza: 09A19 del 04/04/2019 – Continua a leggere

° ° ° ° °

Mercoledì 27 marzo 2019, alla Camera dei Deputati, il Garante Nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, ha presentato la Relazione al Parlamento alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. La Relazione raccoglie le osservazioni, le analisi, le criticità emerse nel corso dell’anno a seguito delle visite effettuate e le raccomandazioni del Garante nazionale sul suo ambito di azione, con riflessioni, dati e notizie inedite. Questa rivista, Sociologia Contemporanea, col presente numero, ha ritenuto pubblicare tale documento a fini divulgativi. Identificativo di numerazione in sequenza: 08A19 del 04/04/2019 – Continua a leggere

° ° ° ° °

Articolo dal titolo: “Identità sessuale e multidimensionalità della sessualità”, di Simonetta Vernocchi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2010 ha specificato l’importanza di offrire ai bambini una corretta e tempestiva educazione sessuale. Contributo presente anche in Sociologia On-Web (Registrazione n. 2/2013 Tribunale (RC) – ISSN 2532-9987), che ne autorizza su questa rivista, Sociologia Contemporanea, la pubblicazione in replica, con identificativo di numerazione in sequenza: 07A19 del 04/04/2019 – Continua a leggere

° ° ° ° °

Istituzioni, federalismo e principio di ragionevolezza. Il senso delle misure in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica.

Marco Lilli

La disposizione normativa che impone ai Comuni con meno di cinquemila abitanti di gestire in forma associata le loro funzioni fondamentali, come per esempio il trasporto pubblico e i servizi di polizia locale, è incostituzionale nella misura in cui non consente agli stessi Enti di dimostrare che, in tale modo, non sono realizzabili economie di scala e/o miglioramenti nell’erogazione dei beni pubblici alla cittadinanza di riferimento. Corte Costituzionale, Sentenza n. 33/2019. Udienza Pubblica del 08/01/2019. Decisione del 24/01/2019. Continua a leggere

Identificativo di numerazione in sequenza: Pubblicazione 06A19 del 12/03/2019

Pubblicato anche dalla rivista Sociologia On-Web (ISSN 2532-9987)

° ° ° ° °

Sarà la festa della donna quando non dovremmo più commemorare vittime del troppo amore, di tempeste emotive o di “amicizie sbagliate”.

Francesca Piccolo

Sarà la festa della donna quando non dovremmo più commemorare vittime del troppo amore o di tempeste emotive o di “amicizie sbagliate”. Sarà un giorno da celebrare quando i posti di lavoro per le donne e le categorie deboli non si svenderanno nel pacchetto delle cariche politiche, non si contraccambieranno con i favori sessuali. Continua a leggere

Identificativo di numerazione in sequenza: Pubblicazione 05A19 del 09/03/2019

Pubblicato anche dalla rivista Sociologia On-Web (ISSN 2532-9987)

° ° ° ° °

8 marzo, liberiamolo dalla gabbia del consumismo per un nuovo protagonismo della donna.

Nausica Sbarra

Aspettando gli impegni dell’8 Marzo, un pensiero ricorrente ha accompagnato gran parte delle mie giornate fino a chiedermi: “Perché non liberare questa ricorrenza dalla gabbia del consumismo e dar vita ad un nuovo protagonismo delle donne?”. Da donna e da dirigente sindacale ho un sogno: una rivoluzione pacifica, magari senza l’attuale coreografia di mimose, di conviviali, di belle parole, di cultura dell’apparire che ci chiudono in un eterno presente. Continua a leggere

Identificativo di numerazione in sequenza: Pubblicazione 04A19 del 09/03/2019

Pubblicato anche dalla rivista Sociologia On-Web (ISSN 2532-9987)

° ° ° ° °

Espiazione della pena attraverso l’adozione di misure alternative alla detenzione. Remissione del debito e affidamento in prova al servizio sociale.

Marco Lilli

L’argomento oggi in esame – pubblicato anche dalla rivista Sociologia On-Web (ISSN 2532-9987) – è stato spesso da me trattato in passato, avendo perciò avuto modo di esprimermi in altri contributi anche relativamente al poco spazio che a mio avviso offrono i media, e financo alcune riviste specializzate, a ciò che avviene nella giurisdizione di sorveglianza; vale a dire quella fase procedurale nell’ambito della quale si affronta il delicato tema dell’esecuzione penale. Giurisdizione, appunto, chiamata a pronunciarsi su questioni riguardanti i detenuti, come – solo per fare un esempio fra tanti – la concessione e gestione delle pene alternative alla detenzione. Continua a leggere

Identificativo di numerazione in sequenza: Pubblicazione 03A19 del 02/03/2019

° ° ° ° °

Famiglia e affidamento condiviso.

Marco Lilli

L’argomento di questa pubblicazione riguarda le eventuali declinazioni al regime condiviso, con particolare riferimento all’esercizio della responsabilità genitoriale. Infatti, se tale esercizio rappresenta un modello generale di affidamento la cui peculiarità è rappresentata proprio dal caso concreto, la stessa – per esempio nei casi di conflittualità tra i genitori – può prevedere particolari variabili in termini di domiciliazione a settimane alterne del minore presso l’uno o altro genitore, stante, soprattutto, la volontà espressa dalla medesima prole al momento dell’ascolto disposto dal giudice (cfr. Sentenza del Tribunale di Firenze n. 2945/2018). Continua a leggere

Identificativo di numerazione in sequenza: Pubblicazione 02A19 del 11/02/2019

° ° ° ° °

Pubblica Amministrazione. Dei delitti e della consapevolezza del diritto.

Marco Lilli

Il tema odierno riguarda uno dei delitti contro la Pubblica Amministrazione, in particolare, senza riferimenti specifici a fatti e persone, tratta della cosiddetta “Turbata libertà del procedimento di scelta del contraente”, di cui l’articolo 353-bis del Codice penale, disposizione introdotta dall’articolo 10 della Legge 13 agosto 2010 n. 136 (Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia), che così stabilisce: «Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque con violenza o minaccia, o con doni, promesse, collusioni o altri mezzi fraudolenti, turba il procedimento amministrativo diretto a stabilire il contenuto del bando o di altro atto equipollente al fine di condizionare le modalità di scelta del contraente da parte della pubblica amministrazione è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni e con la multa da euro 103 a euro 1.032».. Continua a leggere

Identificativo di numerazione in sequenza: Pubblicazione 01A19 del 02/01/2019