Carcere e Costituzione

Carcere e Costituzione: “Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”.

Marco Lilli

L’argomento da me scelto e qui in esame, peraltro già pubblicato dalla rivista Sociologia On-Web (ISSN 2532-9987), riguarda un tema che difficilmente raggiunge – in termini di conoscenza – il grande pubblico, ma che tuttavia credo lo riguardi ugualmente se si tiene conto che il carcere, la vita detentiva nel suo insieme e i soggetti protagonisti, non è un qualcosa che si pone al di fuori della società, bensì – piaccia o no – è parte di essa. Continua a leggere →

Identificativo di numerazione in sequenza: Pubblicazione 08A18 del 03/11/2018

Disturbi e cognizione

DSA: orientamento medico o intervento socio-psicopedagogico?

(Antonino Calabrese)

I DSA sono dei disturbi dell’apprendimento che interessano la compromissione di talune abilità come la lettura, la scrittura e il calcolo e che comportano una non autosufficienza sia a livello individuale che in relazione al percorso scolastico. Questi disturbi colpiscono bambini e ragazzi, che in genere non hanno disabilità o difficoltà particolari, rendendo la loro vita abbastanza ardua. Essi vengono definiti specifici poiché interessano un dominio circoscritto di abilità essenziali per l’apprendimento, non compromettendo il funzionamento intellettivo generale. Continua a leggere →

Identificativo di numerazione in sequenza: Pubblicazione 07A18 del 08/10/2018

 

Itinerari sociologici

 Soggettività, inter-soggettività e oggettività. Itinerari sociologici nel pensiero di Alain Caillé.

(Luca Montanari)

L’itinerario intellettuale di Alain Caillé, traendo spunto dalle più disparate discipline delle scienze umane e sociali, è da sempre indirizzato a determinare un nuovo immaginario – sia antropologico che politico – da opporre all’utilitarismo generalizzato dell’homo oeconomicus. Fin dagli anni della fondazione della Revue du M.A.U.S.S. (allora Bulletin) il nostro autore si è posto l’obiettivo di (ri)scoprire un differente modo d’essere, individuale e sociale, da opporre all’odierna egemonia economicista. Continua a leggere →

Identificativo di numerazione in sequenza: Pubblicazione 06A18 del 20/08/2018

Disuguaglianze sociali

Potere, politica, economia, disuguaglianze sociali, diritto e criminalità più o meno organizzata. Una società alla ricerca dei suoi valori.

(Marco Lilli)

Non mi soffermo sulla travagliata gestazione dell’attuale governo italiano (marzo-giugno 2018), né, tanto meno, sulle aspre polemiche ex-ante e post la sua formazione. Mentre, per proseguire con il presente contributo – che in qualche maniera riprende precedenti mie pubblicazioni a tema –, avanzo, solo come spunto, un argomento che proprio in questi giorni sta animando la sfera politica italiana, vale a dire la questione vitalizi e pensioni spettanti ai parlamentari.

Tuttavia una cosa va premessa, e cioè che la questione vitalizi e pensioni ai parlamentari è un argomento che si ripropone ormai da anni in quasi ogni campagna elettorale e nei primi mesi di legislatura, per poi scomparire tra i meandri di tutta una serie di discutibili argomentazioni che sembrano appositamente elaborate per distrarre il cittadino comune che è invece, suo malgrado, disperso nel labirinto quotidiano della quasi sopravvivenza. E in certi casi, senza “quasi”. Continua a leggere →

Identificativo di numerazione in sequenza: Pubblicazione 05A18 del 04/07/2018

Tecnologia e società

Il Consiglio di Stato ha espresso parere contrario sull’obbligo di accettazione dei pagamenti mediante carte di credito e di debito.

(Marco Lilli)

Un tema quello qui in esame che ha destato non poche perplessità, e per alcuni anche preoccupazioni, vista, soprattutto, la scarsa predisposizione a prendere una certa “confidenza” con la tecnologia. Quella stessa tecnologia, ritengo, non certo intesa come pura applicazione della scienza, bensì co-determinata da fattori sociali, culturali, economici e tecnici nell’ambiente in cui essa è contestualizzata (Hatch, 2009).

Tuttavia, senza scomodare ulteriormente le teorie sociologiche dei processi organizzativi, riporto di seguito la decisione adottata dal Consiglio di Stato, Sezione Consultiva per gli Atti Normativi, di venerdì 1 giugno 2018, n. 1446 – Adunanza di Sezione del 24 maggio 2018 –, con riferimento all’obbligo di accettazione… Continua a leggere →

Identificativo di numerazione in sequenza: pubblicazione 04A18 del 18/06/2018

Danni da vaccinazione

Danni da vaccinazione. Sul giudizio di legittimità costituzionale riguardo alle ipotesi di negato indennizzo in favore dei soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie.

(Marco Lilli)

La Corte Costituzionale è stata chiamata a pronunciarsi con riguardo al giudizio di legittimità costituzionale dell’art. 1, comma 1, della Legge 25 febbraio 1992, n. 210 (Note), in materia di “Indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati”, promosso dalla Corte d’Appello di Milano, Sezione Lavoro, con Ordinanza del 20 luglio 2016. In particolare, la Corte d’Appello di Milano, ha sollevato, in riferimento agli artt. 2, 3 e 32 della Costituzione, questioni di legittimità costituzionale nella parte in cui la norma sopra richiamata non prevede che il diritto all’indennizzo «spetti anche ai soggetti che abbiano subito lesioni e/o infermità, da cui siano derivati danni irreversibili all’integrità psico-fisica, per essere stati sottoposti a vaccinazione non obbligatoria, ma raccomandata, antinfluenzale». Continua a leggere →

Identificativo di numerazione in sequenza: pubblicazione 03A18 del 27/05/2018

Le adozioni

Le adozioni. Dal diritto alla riservatezza a quello di conoscere le proprie origini

(Marco Lilli)

Il tema che di seguito tratto per primo riguarda una richiesta a suo tempo sottoposta all’esame della Corte Suprema di Cassazione, Sezioni Unite Civili, con specifico riferimento al cosiddetto parto anonimo, cioè del diritto della madre a restare ignota, ma allo stesso tempo del diritto della prole, appunto non riconosciuta alla nascita, ad accedere alle informazioni riguardanti la propria origine. Un argomento che a mio parere va ben oltre l’aspetto giuridico inteso nel senso stretto del significato, per giuristi puri tanto per citare Max Weber (1864-1920). Infatti, oltre che ad essere un fenomeno tutt’altro che isolato, è allo stesso tempo tutt’altro che indifferente ad aspetti extra giuridici, che non a caso mette in evidenza quelle sfaccettature del diritto perlopiù trattate dai giuristi di formazione sociologica, perciò aspetti sociali più in generale che meritano adeguata riflessione posto che in qualche misura, almeno secondo un’analitica critica sociologica, chiamano in causa tutta una serie di elementi tipici dei corretti rapporti interazionali… Continua a leggere →

Identificativo di numerazione in sequenza: pubblicazione 02A18 del 12/04/2018

L’infinità del reale

L’infinità del reale: l’indeterminismo fra fisica e sociologia

(di Gabriella D’Ambrosio e Delia Guerra)

Il termine determinismo, così come si legge nel Dizionario di Sociologia di L. Gallino (2006), designa letteralmente la «credenza che tutti gli eventi accadono e sono tra loro connessi con una regolarità più o meno uniforme, siano queste o no il prodotto di cause reali o di una contingenza ricorrente». Esso indica, dunque, che nulla avviene per caso quanto per necessità e, escludendo qualsiasi forma di casualità nelle cose, individua una spiegazione di tipo fisico per tutti i fenomeni, riconducendola alla relazione di causa-effetto: questo vuol dire che, poste in essere alcune condizioni iniziali, tutto ciò che accadrà in futuro è predeterminato… Continua a leggere →

Identificativo di numerazione in sequenza: pubblicazione 01A18 del 24/01/2018